Archivi categoria: Citazioni varie

Varie citazioni, allegre e ironiche.

Il “segreto” che uccide

… Fu il computer di bordo dell’astronave a pronunciare quella parola con la sua voce suadente, che sembrò solo vagamente preoccupata per quell’inconveniente come lo sarebbe stato per qualsiasi cosa destinata a porre un problema. – “I sette oggetti in rapido avvicinamento sono stati identificati come astronavi BERSERKER” – annunciò in un silenzio di tomba … Non era certo una guerra contro le macchine che quei mostri là fuori combattevano. No, non erano le macchine che quei micidiali automi alieni combattevano, ma la VITA; o, almeno, così era stato per molti millenni …

Tratto da “I Berserker uccidono” di Fred Saberhagen

La bravura di uno scrittore è quella di riuscire, utilizzando pochissime parole, ad evocare nella nostra mente un’immagine precisa. In questo modo il risultato è duplice: da una parte lo scrittore potrà risparmiarsi lunghe, noiose, improbabili e costose ricerche per riuscire a documentarsi e risultare credibile e noi lettori rimarremo entusiasti del romanzo per la chiarezza con la quale siamo riusciti a visualizzare fantastiche immagini nella nostra mente divertendoci a scoprire, come bambini alla scoperta del mondo, le immense astronavi nere di forma sferica denominate “unità Berserker“. E non solo!! Ogni volta che esse irrompono, qua e là nella vicenda, si gela il sangue ai protagonisti del romanzo e al lettore, io in questo caso. Continua a leggere

Cronache marziane

Erano ingenui soltanto se conveniva esserlo. Smisero di cercare di distruggere tutto, di umiliare tutto. Fusero religione, arte e scienza, perché alla base, la scienza non è che la spiegazione di un miracolo che non riusciamo mai a spiegare e l’arte è un’interpretazione di quel miracolo.”

E’ morto a 91 anni Ray Bradbury.

Macchine

Guardando John con quel robot, tutto mi divenne chiaro. Il Terminator non si sarebbe mai fermato, non lo avrebbe mai lasciato, né lo avrebbe fatto soffrire, non lo avrebbe picchiato, né avrebbe trovato scuse per non stare con lui. Gli sarebbe sempre stato accanto, e sarebbe stato pronto a morire per lui…

Di tutti i padri putativi fin troppo umani che si erano avvicendati attraverso gli anni, questo robot sarebbe stato l’unico uomo giusto. In un mondo pazzo, era la scelta più sensata.

Sarah Connor in “Terminator 2” di James Cameron

Cavalieri del Santo Contatto

Ci crediamo cavalieri dell’ordine del Santo Contatto. Questa è una bugia. Noi cerchiamo solo l’uomo. Non abbiamo bisogno di altri mondi, abbiamo bisogno di specchi.

Cerchiamo pianeti con una civiltà migliore della nostra… ma che sia l’immagine evoluta di quel prototipo che è il nostro passato primordiale.

da Solaris di Stanislaw Lem

Non ci si può fare niente.

Il Comandante era un uomo anziano, con il viso solcato da numerose rughe. Era vecchio, accaldato e stanco. Aveva raggiunto quell’età in cui parlare a un giovane diventa irritante, perchè i govani sono così brillanti e sicuri di se stessi… e non sanno un accidente, ma non ci si può fare niente.

da Mondo senza stelle di Michael Shaara, su Urania n. 952

Guru Cyberpunk – “Ma…”

Bruce Sterling

“Per quanto posso dire, il relativismo morale è un fatto della vita. Penso che sia possibile conformarsi, in apparenza, su ogni punto dei tabù morali di una data società, senza provare alcun impegno emotivo o intellettuale”

Ma è pericoloso mettere da parte le restrizioni della legge per identificare il proprio onore con la mera integrità personale. Se getti via il libro delle regole per fare affidamento sulla tua coscienza individuale, ti metterai sulla strada della tentazione.
E la tentazione è un fardello. Ferisce. Un’azione di cui ci si dovrebbe vergognare è grottescamente semplice da giustificare, da razionalizzare”

“In qualche modo bisogna stabilire un limite. Non sono molto bravo in questo. Quando altre persone lo hanno fatto per me, sono sempre stato ansioso di dare un’occhiata al di là. Non ho molta fiducia nella mia capacità di stabilire dei limiti. Ma sento che dovrei. Il mondo non aspetta.”

Da “Dichiarazione di principio” (1992) di Bruce Sterling.